Le mie tigelle…

tigella 1

Grazie ad un’amica che mi ha chiesto la mia ricetta delle tigelle colgo l’occasione per scrivere questo post visto che ero assente da qualche tempo.

Le tigelle sono una di quelle ricette emiliane tanto semplici quanto golose. Si tratta di un impasto simile a quello per la pizza che poi una volto cotto nell’apposita tigelliera si farcisce con affettati, formaggi e salsine. Tipica è una crema fatta con il lardo e il rosmarino. Le tigelle sono perfette per una cena informale con amici e un buon bicchiere di Lambrusco! Ecco la mia versione delle tigelle:

Ingredienti per circa 48 tigelle tagliate con un coppapasta di diametro 7 cm:

  • 1 kg di farina 0 o Manitoba
  • 2 bustine di lievito secco
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 2 cucchiai rasi di sale fino
  • 600 gr. circa di latte (oppure metà latte e metà acqua)
  • 6 cucchiai di olio

Preparazione:

  1. Scaldare leggermente il latte (non deve essere bollente!) e versarne un po’ in un bicchiere insieme al lievito e ai due cucchiaini di zucchero. Lasciare riposare qualche minuto finchè il lievito non sarà bello gonfio nel bicchiere.
  2. In un altro bicchiere mettere un altro po’ di latte, il sale e l’olio. Mescolare.
  3. Nella planetaria (o sulla spianatoia) mettere la farina, aggiungere il bicchiere di latte con il lievito ed iniziare a impastare.
  4. Poi aggiungere il bicchiere di latte con sale e olio. Impastare ancora.
  5. Aggiungere il restante latte e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto morbido e leggermente appiccicoso (se troppo umido aggiungere un po’ di farina, viceversa un goccio di latte).
  6. Coprire la ciotola con un canovaccio e lasciare riposare in forno spento per 3 ore.
  7. Una volta lievitato mettere sulla spianatoia e stendere l’impasto (circa mezzo cm) e tagliare i cerchi con un bicchiere o un coppapasta del diametro di 7 o 8 cm.
  8. Poggiare i cerchi di pasta su teglie (o vassoi) rivestite con un tovagliolo di cotone e lasciare lievitare ancora per 3 ore in un luogo caldo senza correnti d’aria fino ad ottenere un impasto bello gonfio. Il tovagliolo serve ad assorbire eventuale umidità, specialmente nelle estati afose dell’emilia romagna eheh… (se usate la carta forno potreste avere la brutta sorpresa che le tigelle si attacchino alla carta rendendo impossibile prenderle senza rovinarle!).
  9. Infine cuocetele nell’apposita tigelliera sul fornello. Scaldate per una decina di minuti la tigelliera che deve essere ben calda quando iniziate la cottura.
  10. e ora…farcite le tigelle con salumi, formaggi e tutto quello che vi piace! In casa mia tradizione vuole che l’ultima sia farcita con la Nutella… ma, fate voi! Buon appetito. 🙂

Tigella2

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *